Archive for the 'Attualità' Category

Guadagnare online da casa diventare camgirl

II lavoro moderno! Ebbene si quante ragazze nel 2010 si mettono in mostra a casa loro davanti alle loro webcam, tantissime! e guadagnano pure bene, tanto tanto bene. Leggete quanto segue

Lavoro per ragazze – Guadagnare con il web

Cerchi un lavoro da fare a casa? Sei stanca dei soliti lavoretti saltuari che pagano poco e ti impegano tutto il giorno?
Se avessi la possibilità di divertirti e guadagnare con il web somme importanti quando e da dove vuoi, cosa faresti? In questo periodo di crisi diventa sempre piu difficilie trovare un buon lavoro per ragazze.
Se sei maggiorenne e hai voglia di divertirti e guadagnare bene allora dovresti leggere cosa ti proponiamo.
Iscrivendoti a RIV potrai videochattare con altre persone e guadagnare anche oltre 2000 euro al mese, se sei creativa e ti piace scrivere racconti erotici li puoi mettere in vendita e guadagnare, se hai la passione per il fetish e vuoi mettere in vendita il tuo intimo su RIV troverai molte persone interessate a comprarlo, se sei una ragazza con la passione di essere ritratta in foto o video hard da noi li puoi rivendere a caro prezzo.
RIV è la più rinomata webcam community in Italia, migliaia di visitatori ogni giorno visitano le nostre pagine e scambiano contatti, acquistano intimo e molto altro, cosa aspetti a guadagnare anche tu?

Come posso guadagnare sul web?

Innanzitutto devi essere maggiorenne poi è molto semplice non devi far altro che iscriverti a RIV, compilare il modulo di iscrizione, inviare i documenti di identità e una volta approvato il tuo profilo sarai pronta per partecipare al divertirmento e iniziare a guadagnare.
Potrai collegarti quando e come vuoi senza limiti contrattuali e vincoli di ore lavorative… il lavoro per donne perfetto! E’ molto semplice: più sarai online e più avrai possibilità di guadagnare con il web! Il tuo guadagno sarà determinato dalla tua disponibilità, dal tempo a tua disposizione e dalla risposta del pubblico, gli introiti mensili delle nostre ragazze superano i 2000 euro!

In cosa consiste questo lavoro per ragazze?

Iscrivendoti a Riv, la più grande chat erotica presente sul web Italiano, potrai guadagnare, comodamente da casa tua e senza alcun vincolo d’orario, svolgendo le seguenti attività:

  • Offrendo il tuo indirizzo email
  • Offrendo il tuo numero di cellulare
  • Offrendo il tuo indirizzo ICQ/MSN/Yahoo Messenger/AIM
  • Offrendo le tue foto private
  • Offrendo i tuoi video privati
  • Offrendo la tua lingerie
  • Offrendo spettacoli dal vivo
  • Offrendo Spycam
  • Utilizzando RIVphone
  • Scrivendo Racconti erotici
  • Mostrandoti in webcam per le video chat

Cosa mi serve per cominciare questo lavoro?

Iniziare a guadagnare sul web sarà veramente molto semplice:

  • Un computer;
  • Una webcam;
  • Una buona connessione ad internet.

Con questi 3 strumenti potrai iniziare il tuo lavoro e guadagnare fin da subito. RIV ti offrirà un tuo professionale pannello di controllo dove potrai gestire tutto il tuo lavoro, monitorare i tuoi guadagni, inserire nuove foto, video e racconti. Potrai consultare le statistiche dal pannello di controllo posto nel menù laterale e saprai in ogni istante quanti contatti hai venduto e l’ammontare in Euro del tuo guadagno!
Ricorda che sei tu a decidere il prezzo di vendita di ogni tuo contatto e potrai cambiare il prezzo in ogni istante, inoltre potrai fissare un limite massimo di contatti al mese.
Chiaramente avrai un supporto costante del nostro staff tecnico, sempre disponibile a darti una mano e a consigliarti. Quello che dovrai mettere tu sarà allegria, fantasia e buon umore, il resto verrà da solo!

Quanto posso guadagnare?

Il tuo lavoro te lo gestici te, e sarai tu a decidere quanto puoi guadagnare… Diciamo che più sarai collegata, più inserirai material nuovo come racconti, intimo, video e foto nella tua pagina personale e più avrai possibilità di guadagnare.
Se diventi la Riv girl del mese, le tue entrare aumenteranno del 5%. Molte ragazze lavorano full time, all’incirca 8 ore al giorno alla fine del mese possono arrivare a guadagnare cifre che vanno oltre i 5000 euro.
Chi fa la Cam girl part-time può anche guadagnare fino a 2000 euro.
I pagamenti vengono effettuati una volta al mese direttamente sul tuo conto corrente bancario.

Tante ragazze sono diventate famose con questo lavoro…

Le ragazze piu famose che lavorano con noi, sono molto felici della loro posizione e sono apparse su alcuni dei piu famosi media Italiani, eccovi qualche esempio:

Detto questo vi consigliamo di non perdere tempo cercando lavori per ragazze che vi faranno perdere soltanto del tempo e del denaro, iscriveti subito su ragazze in vendita, ed iniziate a divertirvi guadagnando…
Non perdere questa occasione! Ragazze da tutte le parti d’Italia stanno guadagnando nel web con RIV, guada la lista: Agrigento, Alessandria, Ancona, Aosta, Arezzo, Ascoli, Asti, Avellino, Bari, Belluno, Benevento, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Caserta, Catania, Catanzaro, Chieti, Como, Cosenza, Cremona, Crotone, Cuneo, Enna, Ferrara, Firenze, Foggia, Forlì, Cesena, Frosinone, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, La Spezia, L’Aquila, Latina, Lecce, Lecco, Livorno, Lodi, Lucca, Macerata, Mantova, Matera, Messina, Milano, Modena, Napoli, Novara, Nuoro, Olbia, Oristano, Padova, Palermo, Parma, Pavia, Perugia, Pescara, Piacenza, Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Prato, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Salerno, Sassari, Savona, Siena, Siracusa, Sondrio, Taranto, Teramo, Terni, Torino, Trapani, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verona, Vibo Valentia, Vicenza, Viterbo.
Non perdere altro tempo cercando nel web il lavoro ideale per le ragazze…

Clicca iscriviti adesso a RIV, non te ne pentirai !

Maroncino che mi combini

pisciato fuori

Il nostro carissimo ministro maroni oggi ha fatto una pisciatina fuori dal vasino,
Il dirigente del Catania aveva attaccato Mourinho: “Merita bastonate sui denti”
Poi si era scusato, ma secondo il ministro andrebbe sanzionato duramente

Maroni: “Istiga alla violenza
la Federcalcio punisca Lo Monaco”

ma come lui istiga la violenza!! e….

il suo amichetto no?
“Potremmo tirare fuori i fucili”
La frase di Bossi scatena la bufera

maroncino ma daiiiii perfavore!! almeno pulisci dove hai pisciato 😀

Risolvete il Rebus

Rebus

Il cavaliere è tornato… Si salvi chi può!!!

Povera Italia!

VUOI ESSERE UNO DEGLI AUTORI DELLA PROSSIMA ANTOLOGIA LAS VEGAS?

Partecipa al nostro gioco, bello bello in modo assurdo.

Las Vegas edizioni (www.lasvegasedizioni.com) ti mette a disposizione il suo scintillante casinò letterario e un gioco completamente gratuito per mostrare il tuo talento.
Il premio? Potrai essere uno degli autori della prossima antologia di Las Vegas!

REQUISITI: possedere un sito o un blog. (Non hai un blog? Quale migliore occasione per aprirne uno!)

ISTRUZIONI: per partecipare alla prima selezione devi:
1) pubblicare questo post (esattamente così com’è) nel tuo
sito o blog. L’originale del post che devi ricopiare è qui [http://lasvegasedizioni.splinder.com/post/16142956/%21%21%21%21%21];
2)
mandare a gioco(at)lasvegasedizioni.com l’indirizzo (l’url, quella cosa che comincia con “http://”) del post di cui sopra, più quello di un altro post – uno solo: quello che più rappresenta il tuo stile e la tua volontà di scrivere – che vuoi sia letto e valutato dall’arcigno croupier. Non inviare nessun altro tipo di materiale. Sul blog di Las Vegas edizioni, www.lasvegasedizioni.splinder.com, saranno indicati, via via, tutti i partecipanti;
3) aspettare nuove istruzioni.

TEMPI: la prima selezione terminerà quando avremo raggiunto materiale a sufficienza (la scadenza verrà annunciata con qualche giorno di preavviso sul blog di Las Vegas). Se avrai giocato le carte giuste, sarai contattato per partecipare alla seconda fase.

PREMI:
il premio finale, al termine delle varie selezioni, è la pubblicazione nella prossima geniale antologia targata Las Vegas.

Signore e signori, fate il vostro gioco!

Lo Sproloquio di Sandrone

Sandrone: Mudnes ed Modna, Mudnes impastèe con l’aqua cièra ed Sècia e Panera e al rais bein piantedi in di padòi, Zemian generos e gran lavurador, bamboccioni disocupèe e pensionèe avilii, furaster ch’av si integrèe e furaster ch’a sperèe ca s’integrama nueter, extracomunitari col soggiorno o sol cun cambra e cuseina, am, dan e ragazòo d’ogni raza e culor av salut tott quant in masa. St’an a sam in riterd ed soquant de’ perché al treintun de Zner, cl’era Giuvidè Gras, a-j-am lassèe luntera la piaza a la fera ed San Zemian. Sé, perchè nueter Mudnes an s-descurdam menga dal noster Patroun e gnanch ed tott i miracol cl’ha fat per la nostra zitèe.. Come cla volta ch’al fe’ gnir’na fumana acse’ féssa acse’ féssa cl’ha quacé tota Modna acsè chi furaster cativ chi gniven de-d via per conquisterla, i tirén drétt e la zitèe la-s salvé dall’attacco del barbaro nemico. Grazie San Zemian, grazie e-st-ghè un minut ed teimp, da lasso’, dà’n’uceda che za’ perché secand me l’è bèle ora ed turnerl’a-fer al miracol dla fumana. Mudnes cum’andamia.? Av dev dir ch’av cat un po’ pez ed l’ an passèe, difati meinter l’an d’là a parivi in agonia, st’an am sembrèe adrèe a tirer i ultem. Curag Zemian, curag pòr e tgni dur. A sam scampèe a la pestileinza dal melesezeint a vedrii ca scamparam anch a chi politicant chè. Dounca Mudnes a-i da saver ch’an vdiva l’ora d’ariver in piaza Granda per vèder la Ghirlandeina col visti nov. I m’iven dett che préma et tachèr a sistemerla igh mitiven al custòm d’Arlecchino tant che me a-j-ho pensèe: va bein a sam per carnevel e per carnevale ogni scherzo vale, mo vesta de-d chè am sembra che al sèrt l’ava sbaglièe a toregh misura o chi aven druvèe dla stofa da duzeina cla s’è scurteda a la préma lavèda damand al bregh ed Tiriliti. Mo in stè chès l’è quesi quesi mei acsè, perché am sembra d’aver capi che la Ghirlandeina quacèda dal tòtt da di artai colorèe chi peren chi bagaj ed bachelite da impiler damand-in di zog da ragazoo, ai mudnes l’han-g’andessa menga tant a geni, almeno acsè a ghe psam vèder la punta e al so bel decoltè. Sgnor ministrador al sò che ueter a ghi avu sta bela pensèda per fer dvintèr Modna’na zitèe proietèda nell’area di una moderna architettura ma a gh’ivi da pinser préma e menga bucèr tòtt chi eter proget. Ad eseimpi, gninta porta ed Gerri, gninta Krier per piaza Mateoti, gninta Benevolo, a-va finir che, come sculturi a l’avanguardia armagnam col grap d’ova in dla Vignolese e l’oca giuliva davanti al Raffaello. A degh: dato che i sold a-j-am spes, almeno quèl j al psiven fèr’sti fenomen d’architèt. Soja me, na funtana in dal parco, al diurno in piaza Mazini, soquanti sculturi in mez a cal zintunèr ed rotandi ch’ è ste fat.
Sgorghiguelo: Veh popa’ a proposit ed sculturi, a me’am piès dimandi al monument a la coreint eletrica ca’ ghè in dla rotanda davanti al nov usdèl ed Bazvèra.
Sandrone: Ecco, come al solit t’en n’è capii gninta. Però et me fat gnir in mèint d’arcurdèr ai noster ministrador cl’è ora chi tachen a penser ed torel de-d-lè cal piloun dla lus che ormai al dà piò dan che util. Av dev però dir, per der a Cesare quèl cl’è ed Cesare e a Giorgio quèl cl’è ed Giorgio, ca-j ho savù che in Cumuna i han aprovèe un sac ed proget e dèe al via a dimandi lavor. I disen che al 2008 al srà l’an dal rinnovamento e che i cantér per al novi iniziativi i spuntaran come i fonz.
Pulonia: Speram, perché al 2007, per i fonz, l’è stèe un an lofi dimandi.
Sandrone: Per migliorer la viabilitèe i finiran toti al rotandi chi han mess in programa compresa quèla in Ciro Menoti; po’ speram ch’is fermen se no’ i duvran mèter in galéra tott i automobilesta perche’ a l’esam dal fiee i risultaran positiv a la “Bala da rotatoria”. I disen chi tacaran a sbusir sàta al Novi Sad per fèr al parchègg dal ceinter, i disen chi finiran al sat- pasag in via Emilia, seimper ch’in caten’na quelch’ etra tamba romana che ormai an savam piò in’da-mèterli, i disen che forse i tacaran a descarer ed fer la tangenziel ed Nunantla anch perché cun la bretèla di Turaz an s’è menga risolt al problema del càvi. I disen… i disen…
Sgorghigolo: Ve popà a proposit ed sottopasso si fessen’na bela galeria coi bar sàta via Gallucci acsè a la nott qui chi stan lè ed cà i preven durmir.
Pulonia: Dio sl’e inteligeint! Lo veh! A-srevv adat a lavurer in cumuna come addetto alle pari opportunità.
Sandrone: Al gh’era al post… ma i al deven der a Giuliano Barbulein ca pèr cal torna a cà.
Sgorhhigolo: A pert Barbulein, av dirò de piò. Sl’è vera ca g’am al problema del stred, a-j-am però migliorèe dimandi con le piste ciclabili, Modna la g’ha zeintvint chilometer ed pésti e quesi duseintmela ciclo cumprès quèla dal noster sendec Giorgio t’en- n’è vlu la biciclèta?… Mè per la mé a-j-ho cumprèe al Kit antifurto e la targa.. mo an n’è cuntèe gninta perché im l’han cuchèda listass.
Sandrone: Intant an manchèr ménga ed rispèt al noster sendec e po’ el ciclabili el volen fati indove a gh’è dal post e pò bisegna tgnireg adrée’! Guerda quèla ed viale Amendola l’è méssa tante mel chi la volen der all’Accademia militer per fereg al percorso di guerra. Mudnes a j da saver che dap el lezion ed filosofia ca j-ho scultèe chè in piaza, per crèsser culturalmente al mes passèe a sun andèe a’na riunioun su l’importanza dla conviveinza tra i abitant ed la tera. A sun armes acse’ impressionèe da chi bèe descors che apeina rivèe a ca’ a-j-ho mess in pratica tott quel chi m’iven insgnèe. A-j ho mess insèm el galeini coi cunej, i gatt coi can, el vachi coi tòcc, i nader coi ninein e a-j-ho aspetèe ed vèder al risultèe ed tanta bèla socializazioun. Mo propria quand a cherdiva chi essen capìi l’importanza dal ster insèm i an tachèe a fer’na gatèra che s’an sun menga svelt a turneri a dividri is mosghen un cun cl’eter. Alora a voj dir a tott chi politich e professor chi s’impessen la bàca ed beli paroli sulla convivenza, che préma ed fer di cumbinoz bisègna capir… e risolver i problema ch’ig polen gnir. Mè a sun sol un cuntadein, mo al sò fer al me mestér e per me an-n’è brisa dificil distinguer l’érba spagna da la gramégna: pertant, a lor, an duvrev menga éser acsè dificil divider i galantam dai boun da gninta. Mo le mej ca cambiama descors. Mudnes iv vest la nova ca’ di Vigil Urban? Oh… i han fat un gran bel lavor pensèe 4500 meter… al dapi ed la ca vecia.
Sgorghigolo: A tal crèd ag dév ster deinter duseint impieghèe che tòtt al dè in faran eter che guardèr del fotografii e del televisioun con la telenovela di mudnes méss in bulèta dal multi.
Pulonia: Duseint vigil in ufezi? Mo srèv menga mej che chi vigil lè, i mitessen per la streda a diriger al trafic, ca n’am tant biségn.
Sandrone: I gh’eren per la streda, mo dimandi i s’ein amalèe e-j-han duvu’ mettri in ufezi perché a forza de ster a braz-avert a ghè gnu la “sindrome da spaveintapaser”. Pensèe che la nova sede l’è custeda quesi set milioun d’euro dimandi tirèe fora dal nostri bisachi; perciò Mudnes un po’ ed cla cà lè, l’è anch nostra. Speram chi slerghen anch al Policlinic perché dimandi Zemian, per via del multi acsè saledi i en stèe ricoverèe col colesterolo a doméla.
Pulonia: Dio!!! Sandroun bisègna ch’andama a ca subétt, a me gnu in meint ch’am sun desminghèda ed purter via al rosch da du dè.
Sandrone: Csa-vot éch sia Pulonia, a Napoli i al porten via ogni du an. A s’in mòcia tant ch’impesen infin el stred.
Pulonia: An g’hani menga la raccolta differenziata?
Sandrone: La diferenzieda i gl’han, ag manca la racolta. Acsè i mòcen tant ed cal rosch che i ministrador ed Ràma i han pensèe de smaltirel in gir per tott’Italia.
Pulonia: N’ani purtèe anch a Modna?
Sandrone: As capés, doméla tonelèd
Pulonia: Doméla tonelèd?
Sandrone: Oh! mo ed cal boun, ed prèma qualitèe… i disen c’han pòza gnanch. Sgurgheghel tè che t’è studièe, quant quintée ini doméla tonelèd?
Sghorghigolo: Doméla toneléd…i e in vintméla quintée.
Pulonia: Vintméla quintée da parte partenopea piò tott qui da pert nostra a-j-am mess insèm’na bela masa.
Sandrone: Sa vot Pulonia t’en-n’al sèe che i noster ministrador ed Modna i en cul e pataia cun quii ed Rama. Apeina Romano al g’à dmandée la massima solidarietà, Giorgio al g’ha rispost come Garibaldi al rè d’Italia “Ubbidisco”. Ogni modo Zemian stè tranquéll, i s’han asicurèe che tott chi fòm chi vinen fora dal camein ed via Cavazza in fan brisa mel a la salut… a mè am bala un occ… i s-n’han bele cuntèe tanti ed ca-gl’ecoballe. Certo, cl’è un mumeint dificil e biségna ca purtàma pasinzia. Vliv ch’an n’al sava ca g’am di problema con i noster rezdor ed Rama, ca g’am di problema per via del caro vita, ca g’am di problema per via dla criminalitèe.
Sgorghigolo: Popà as trata ed microcriminalità.
Sandrone: Al so, Sghurgheghel, però vèdet anca tè’na volta tér micro, guerda adesa st’e chersu. To medra l’ha-m la seimper dett: “Guerda Sandroun che sal créss trop dap te n’al control piò”.
Sgorghigolo: L’è méj eser cresciutello che bassolino…
Sandrone: Eh… mo a ghè poc da scherzèr: Sgnor Prefet, sgnor questor, autoritèe politichi d’ogni culor, scultèe quèl ch’av dis Sandroun!. Stà situazioun la vol risolta. I mudnes i n’han pin el scatel ed girer per Modna cun la paura d’eser scipèe, rapinèe o d’ ariver a cà e caterla voda. L’è ora ed finirla. Countra i delinqueint tolleranza zero e menga poverini poverini, i minorenni chi ruben, in galera anca lor e ch’ig-staghen, menga laseregh fer la reclam di gins o di ucée. Vin-s’iv acort o no che a Modna ed sira an gira piò nisun? A nov or in ceinter a pera ch’ag sia al coprifuoco. Alora fèe in manera che Modna la torna ai Mudnes e a tòtt i furaster chi han voja ed fer bein. I delinqueint mandei subét a cà sua… e s’in-g’han menga i sold per al bigliett druvèe quii del multi acsè almeno quii l’è a sam sicur chi andran a bouna fin.
Pulonia: Sandroun sta’ chelem vala’ an vrevv chi te scambiessen per Beppe Grillo, arpounset un puchinein e lassem descarer. Ragazoli… coma stev? Me, sa vliv, a g’ho un dulor in dla ceva dal galoun per al fredd ca j-hò ciapè a purter i gins a veta basa. Sandroun al m’ha fat di sfregh cun dla pomata, mo i en cuntèe poch. Fortuna che st’an l’è cambieda la moda e a va dimandi el maj a righ… m’è a m’in sun pruvèda soquant modèe, sol che se anch a tgniva al fièe, davanti al specc a pariva al barilein d’lasée coi zercioun. I disen chi volen lancèer la moda dal negher e viola.. mo cal tracagnoti come me el sembren di catafelch… an g’am menga toti al fisich dla Carla Bruni. Ragazoli, stèe a scultèr. A i da saver che per l’ultem de dl’an a m’era cumprèda un pèra ed calzétt a reda.. qui cun la cusdura dedrèe chi slanghen la gamba e i fan sembrer la dàna piò sexi… cherdiv che Sandroun al s’in sia adèe? Mè a fag de tòtt per ferem capir, mo lò al per al noster sendec.. al fà bàca da réder e pò al tira drétt per la soo streda.
Sandrone: Basta, Pulonia, dagh un taj e lassem ander avanti che quili l’è egl’en tòti fòti. Mudnes vin s’iv acort ca crèss incosa?: l’acqua, al gas, la lus, al riscaldameint, l’autostreda, al pan, la fruta e perfin i trasport. Meno mel che me a drov la caroza o al trasport pubblic che s’in métten’na tasa su la fiama dal caval o in dan’na ritocheda ai bigliett l’am va’ ancara bein. A proposit ed trasport pubblic a-j-ho sinti dir che prest entrarà in funzioun un minibus dla cros rassa per al prount socors a chi autesta di filobus chi vinen picèe da chi buon da gninta ch’in volen menga pagher al bigliètt.
Sandrone: Chèr i me mudnes, av dev dir che i an i pasen per tott e dato che anca me ormai a sun dvintèe vec, a m’è gnu voja ed der a meint a la Pulonia cl’è tant c-la vol gnir a ster a Modna. Am sun infurmè e a-j-ho savù chi han fat del vilteini a pian terein tra Lesgnana Ganaze’ e al Quater Véli…
Sgorghigolo: Popà qui lè i ein residens ed lusso per geint privilegèda..
Sandrone: Sè, però egliein un po fora man, acsè aiam pensèe ed prenoter un pcoun ed tera in cal nov sit chi han liberèe in via Baceliera. Oh… i prezi al meter queder in-n’en menga tant a buon merche però i m’han assicurèe che la tera, col ledam chi g’han lassèe, l’è bele concimeda per dés an a gnir.
Sgorghigolo: Adesa a taca me’! Ragaz, come prém sportiv e tifos ed Modna av dev dir che al 2007 l’è stè un an da pochi sodisfazioun e al 2008 am per ch’ag vaga adrèe. S’an fòssa per le rosse di Maranello campion dal mand, anch se un quelch fureb al g’ ha cupièe al coumpit, per al rest a gh’è poch da dir. In dal calcio i canarein i fan come i nadrozz i stàn lè a mez’aqua ateinti sol da-n’angheres. La pallavolo la fa un po’ ed lus, per al rest dimandi ciacher ma poca sustanza. A s’è armès Riccò in dal ciclisem, Toni in dal calcio e un bravo al voj dir al noster Barbulein che cun la pallavolo femminile l’ha vint la càpa dal mand. Comunque per nueter sportiv irriducibili sempre forza Modena. Adesa po’ cl’è ste finii al stadio e inaugurèe al camp da regbi, sistemèe la Panaro e la Fratellanza, bisègna vinzer ma vinzer da boun. A voj vèder al sport Mudnes ai prem post anch in dl’atletica. Arcurdev ca sam al paes ed Braglia e Dorando Pietri.
Sandrone: Dai, dai, et finii ch’andam a cà.
Pulonia: Scolta, Sandroun, dit gninta per arcurdèrr al noster Luciano Pavarot?
Sandrone: Vèdet, Pulonia… ed Luciano e dla so véta tott i han vlu dir la sua.. anch qui chi feven mej a taser, per quèst me an voi dir gninta. Da lassò, al noster Lucianoun as guèrda e al sa’ che nueter Mudnes a g’am vlu bein.. menga sol perché l’è ste al piò grand tenor dal mand, ma perché l’era un ed nueter, un dal popol, al fiol ed Fernando, al furner ed San Lazer.
Pulonia: Mé, invece, a voi dir quel a la Nicoletta, cla prevv esser me fiola: Nicoletta, st-gh’e bisègn ed quel, soja me,’d-na galeina nostrana, d’un cuneji o d-na vinteina d’ov fresch per la ragazola, dem quel ca ti fag purtèr fin a ca’da Sgurgheghel. Vèdet… me an sun menga’na nobildonna mudnesa, ma quel c’a fag, al fag col cor e sa vag in televisioun ag vag per fer dal bein e magari fer réder, ma mai per déscarer adrèe a la geint.
Sandrone: Adesa, mudnes, l’è ora ca-s’ardusama pian pian vers ca’ prma c’a vegna sira e s’agh-la cavam a river al Bosch ed Sta schivand i fotored, i T red, i fucili laser e gli autovelox, a impiaram’na candela a San Zemian. A vag, mo prma d’andèr lassem mander un salut e fer l’ultma arcmandazioun. Al salut, al nov Prefet ch’la gh’avr al soo da fèr, ma che a Modna, ed sicur, la-s catar bein e al cunsli a quii dla Cumuna: Sgnor ministrador visto ch’av si cavèe la voja ed vistir la Ghirlandeina, zerchèe almeno ed desquacerla in pressia perchè i mudnes senza la so’ tarr i van in crisi d’astineinza. E ueter zemian an v’in tulidi, e col visti o senza visti arcurdev seimper ed tgnirev strcc a la piopa, clè po’cla piopa elta e sèca piantèda in d-l’umbreghel ed Modna e cl’as ciama Ghirlandeina.

Andiamo al Cinema?

 ist2_663239_clapboard.jpg

Ops no scusate mi sono sbagliato, non al cinema ma in tribunale… Eh si è la nuova moda, posti limitati e stamattina c’era la fila già di prima mattina per entrare in tribunale ad assistere al processo della strage di Erba. La trovo una cosa allucinante, ma questa gente farebbe meglio ad andare a lavorare che poi puntualmente saltano su dicendo che non arrivano a fine mese, e se anche non avessero un cazzo da fare la trovo veramente una cosa squallida andare ad assistere a questo processo, per cosa poi? Copio l’articolo tratto da repubblica.it

COMO – Ci sono tutti in aula stamane per la prima udienza del processo per la strage di Erba. Gli imputati, i coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi, la cui presenza era in forse, e i parenti delle vittime, a cominciare da Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna e padre di Yousef, due delle quattro vittime (le altre due vittime sono la nonna del piccolo Paola Galli e una vicina di casa, Valeria Cherubini). In aula anche Carlo e Pietro Castagna, rispettivamente padre e fratello di Raffaella.Già dalle 6 davanti al tribunale di Como c’erano parecchie persone, soprattutto anziani e studenti: erano in coda nella speranza di conquistare uno dei 60 tagliandi che consentono di accedere all’aula della Corte d’assise.

I coniugi Romano, accusati della strage avvenuta a Erba l’11 dicembre del 2006, rischiano l’ergastolo. Nella tesi dell’accusa, fu Rosa a convincere il marito a uccidere i vicini che odiava. Secondo indiscrezioni, gli avvocati della difesa chiederanno una perizia psichiatrica per la loro cliente, nel tentativo di evitare la condanna alla pena massima.Nell’udienza cominciata oggi sono stati sistemati nella stessa gabbia. Rosa Bazzi ha avuto per il marito un gesto d’affetto, accarezzandogli i capelli. I coniugi stanno seguendo l’udienza stringendosi ininterrottamente le mani e parlando tra di loro; appaiono tranquilli.

Azouz Marzouk, giunto in tribunale a Como a bordo di un furgone cellulare dal carcere di Vigevano (Pavia), dove è detenuto per droga dal primo dicembre scorso, si è costituito parte civile ed è anche testimone dell’accusa. Pertanto non potrà assistere a tutte le fasi del processo. Potrà partecipare alle fasi preliminari e a quelle successive alla sua audizione come testimone. Il suocero Carlo Castagna prima dell’inizio dell’udienza gli ha stretto la mano.

Fonte Repubblica.it

W l’Italia e i nuovi reality show e real fiction direttamente in tribunale!!

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Politiche

 14.jpg

Penso proprio ce ne sia bisogno visto quello che è successo ieri in senato grazie al senatore dell’udeur Barbato. Come le manifestazioni sportive vengono regolate dall’osservatorio ne farei uno anche per questi politici esaltati. POVERA ITALIA!

Solo in Italia…

Guardando queste immagini prese da Repubblica.it   http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/papa-rassegna-stampa/1.html    si nota come negli altri stati del papa gliene frega poco. Qua in Italia, alla sua rinuncia di visitare La Sapienza, sono state dedicate intere pagine di giornale e tg interi, politici che parlano di vergogna, violenti anticlericali, cardinali che chiedono alla gente di andare tutti all’angelus per dare solidarietà al papa, tutto cio’ lo trovo AGGHIACCIANTE!!! Mentre all’estero a vedere dalla pagine online dei principali quotidiani gliene frega poco come è giusto che sia, anche qua dovrebbe essere così, SIAMO O NON SIAMO UNO STATO LAICO!!!! Per finire voglio farvi vedere questo video

Padre Livio Fanzaga dice la sua sulla vicenda, non ho commenti per descrivere questo video, provo solo una grande pena. Lascio a voi i commenti.

La Finta Preghiera

preghiera-2-prayer_2.jpg

Il Vaticano: preghiera mondiale per le vittime dei preti pedofili

 

Vi invito a leggere questo articolo tratto da repubblica, i miei commenti sarebbero anche troppo pesanti ma cercherò ci contenermi. La loro preghierina non farà dimenticare le milioni di vittime di abusi sessuali, non farà dimenticare il dolore a queste vittime e non riparerà le menti malate di questi sacerdoti. Sono sempre più indignato da questa classe di falsi che pensano solo al loro portafoglio e al loro potere, lasciate vuote le chiese, lasciateli pregare da soli tanto sono tutte preghiere finte.